10 consigli per il tuo servizio fotografico matrimoniale

Vivere serenamente il servizio fotografico matrimoniale è possibile. Ammetto che nel giorno più bello della vostra vita la tensione si farà sicuramente sentire, a chi più e a chi meno.

In ben 10 anni di esperienza come fotografo di matrimoni, ho avuto modo di vivere situazioni molto diverse. Conoscendo molto bene l’argomento in questione, mi piace seguire gli sposi nel loro percorso, consigliandoli in merito a molti aspetti diversi, dall'abito fino alla location.

Ho deciso di raccogliere alcuni consigli utili per farvi sentire a vostro agio e al tempo stesso costruire insieme con voi un racconto che supererà le vostre aspettative. Vi racconterò il più possibile come si svolge un servizio fotografico matrimoniale, attraverso dieci piccoli passi che vi guideranno in questa esperienza nuova ma piena di momenti importanti da ricordare.

1. La spontaneità

Nessuno sguardo forzato o pose innaturali. Non vi chiederò di posare o guardare l’obiettivo. Insieme cercheremo di privilegiare la spontaneità dei volti e la naturalezza dei gesti e movimenti. Non dovrete avere l’impressione di essere dentro uno studio fotografico e sarete semplicemente liberi di muovervi come avete sempre fatto.

Ovviamente io farò del mio meglio per farvi sentire a vostro agio e rendermi ai vostri occhi quasi invisibile come un prestigiatore. La spontaneità è quell'emozione che lascerete scappare via senza alcun freno e io sarò pronto a coglierla al volo.

2. Conoscere il vostro fotografo

Conoscere il fotografo che si occuperà del servizio del vostro matrimonio è sicuramente l’asso nella manica. Prima del grande giorno mi incontrerete più volte per farvi consigliare, guidare e instaurare un rapporto di fiducia.

Per essere tranquilli al cento per cento, si può optare per un servizio fotografico pre-matrimoniale, un po’ come succede per la prova del trucco e parrucco. Vi potrete togliere ogni dubbio e sentirvi più a vostro agio, prendendo confidenza con il fotografo e la sua presenza. Lo consiglio sempre agli sposi

3. La famiglia

Durante le preparazioni prima della cerimonia, coinvolgete realmente i vostri familiari. Sono questi tra i momenti più intensi in assoluto, ma solo se deciderete di viverli pienamente. Evitate che i vostri genitori, sorelle, fratelli o altri ancora si preparino separatamente o non vogliano essere coinvolti perché non sono ancora tirati a lucido. Abbracciatevi e vivete la spontaneità. Vi posso dire senza ombra di dubbio che qui si realizzano immagini memorabili che vi faranno emozionare quando li rivedrete, più di qualsiasi foto in posa che possiate fare. La vera bellezza di questa storia sono le emozioni e non l’eleganza dei vestiti, la perfezione dell’acconciatura o altro ancora. Privilegiate i sentimenti e meno l’estetica.

4. Creare gli ambienti per la preparazione

Durante la preparazione, mi muoverò all'interno dei vostri spazi e mi limiterò a fotografare ciò che vedo. Un suggerimento che do sempre ai miei futuri sposi è di pensare anticipatamente a rassettare e ordinare tutto secondo le loro esigenze.

In poche parole, potete scegliere voi ciò che volete far vedere o che tipo di ambiente avere come sfondo delle vostre fotografie. Pensateci nei giorni precedenti e, se necessario, sistemate gli ambienti a vostro piacimento, ad esempio creando una zona per i preparativi che abbia una buona quantità di luce naturale.

Avete cosi l’opportunità di creare una sorta di “scenografia” come più vi piace. Difficilmente potrò rimuovere in post-produzione elementi di disturbo. Sconsiglio di prepararvi nel bagno, non vi è abbastanza spazio per poter far muovere tutte le persone coinvolte come familiari, truccatrice, parrucchiere e fotografo.

5. Il bouquet, il vostro grande alleato

Sembra strano dare indicazioni su questo argomento, ma pensandoci bene non sono tante le occasioni in cui una donna deve portare un bouquet in mano, soprattutto da sposa. Questo accessorio tra l’altro è uno dei grandi protagonisti della scena dato che va a integrarsi con l’abito indossato. Dunque, serve cura nel sceglierlo ma anche nel portarlo.

Per questo accessorio, c’è una posizione ben precisa. Va tenuto all'altezza dell’ombelico e rivolto in avanti, così da non nascondere alcun dettaglio dell’abito e rendere più composta la vostra figura. Dovrete ricordarvi questa piccola regola lungo tutta la giornata. Le braccia invece devono stare all'altezza delle anche e i gomiti vicino al corpo senza però toccarlo.
Se saprete portare come si deve il bouquet, l’effetto sarà straordinario. Garantisco io!

6. Avvisate i vostri ospiti di non intralciare il fotografo

Spesso gli invitati hanno desiderio di fotografare, che sia con lo smartphone o con la reflex. Lo zio appassionato di fotografia? Il cugino che si diletta a fare video? Il nipote che fa le dirette sui social? Invitateli a evitare di intralciare il lavoro del fotografo ufficiale, soprattutto durante alcuni momenti importanti come entrata e uscita dalla chiesa, scambio delle fedi e firme. Sarà difficile per me rimuovere successivamente persone che disturbano la scena. Ciò che vedremo nella realtà, lo avremo infatti anche nelle fotografie.

7. Non aprite quella porta!

Ogni momento ha le sue regole e rituali che sarebbe bene rispettare. Scendendo dall'auto, davanti alla chiesa o al comune dove si celebrerà il rito, sarà l’autista ad aprire la portiera al padre che a sua volta aprirà quella della sposa. È importante che ognuno rispetti il suo ruolo.

Entrando all'interno, la sposa stringerà il braccio sinistro del padre tenendo il bouquet nella mano sinistra. Non affrettatevi camminando verso l’altare, andate rilassate e distese.

8. Un’uscita da vere star

L’uscita dalla chiesa è un momento unico, praticamente irripetibile, e tutto deve essere quindi perfetto per poterlo immortalare come si deve e avere più fotografie per ricordarlo, dalla folla degli invitati in festa alle vostre emozioni.

Non fate i 100 metri per uscire dalla chiesa e godetevi l’attimo. Rallentate il ritmo e vivete questa grande emozione con gioia. Fate però sempre attenzione ai movimenti, cercando di non nascondervi involontariamente dietro il bouquet o il velo, pur rimanendo sempre spontanei. Uscendo fuori, abbracciate i vostri genitori e amici. Godetevi questi momenti sereni e senza fretta. Con calma poi, andremo a fare le foto di coppia.

9. Il cuore del servizio fotografico matrimoniale

Lontani dagli occhi di amici e parenti, entrerete nel cuore del servizio fotografico delle vostre nozze. Farò del mio meglio per mettervi a vostro agio, aiutandovi a godere dell’emozione appena vissuta. Sarò quasi invisibile. Godetevi il momento come se foste soli e non abbiate fretta. Non dovrete pensare a niente. Sarà per voi una piccola pausa relax, mentre io penserò a trasformare le vostre emozioni in immagini che saranno poi dolcissimi ricordi.

10. Create un’atmosfera coinvolgente

Durante i festeggiamenti, si possono raccontare situazioni divertenti che daranno un tocco di colore al racconto del vostro matrimonio. In questo momento della giornata, ci sarà spazio per i vostri invitati e le loro emozioni. Girate tra i tavoli e scambiate baci e abbracci con amici e parenti, nonostante la stanchezza. Io, senza essere d’intralcio, osserverò e non mi perderò alcun momento memorabile.

Un consiglio che vi do con il cuore e che è frutto dei molti matrimoni a cui ho assistito: non tralasciate alcun dettaglio nell'organizzare qualche situazione coinvolgente per gli ospiti dopo il pranzo o la cena. Pensate a momenti di intrattenimento e un’atmosfera giusta che possa coinvolgere tutti. No, non basta qualcuno che metta la musica per far sì che le persone si alzino dal tavolo. Luci, musica, macchina del fumo e tutto ciò che può rendere scenografici i vostri attimi di festa. Se loro si divertono, io potrò realizzare immagini più dinamiche e divertenti per raccontare la storia del vostro amore.

Comments are closed.